Domenica, 03 Gennaio 2021 00:00

CNF - Comunicazioni in tema di Registro nazionale dei DIFENSORI D'UFFICIO (8-10-2020) In evidenza

Il CNF, per tramite dei componenti della commissione difese d'ufficio (avv.ti Giovanna Ollà e Nicola Cirillo), ha trasmesso una comunicazione ai Consigli dell'Ordine

Nella lettera pervenuta l'8-10-2020, nel ringraziare i Consigli per l'efficace collaborazione con la Commissione, ha ritenuto utile condividere alcuni orientamenti della massima importanza, scaturiti in sede di verifica delle domande di permanenza e di iscrizione nell’elenco unico nazionale dei difensori di ufficio.

La Commissione del CNF ha riscontrato, in particolar modo, la presenza di un significativo numero di autocertificazioni attestanti la sussistenza del requisito cui è seguito però il parere negativo del Consiglio.

E' per questo motivo che i Consigli sono stati invitati a sensibilizzare gli iscritti al rigoroso rispetto della veridicità del dato oggetto di attestazione, espresso nella forma della autocertificazione ai sensi della legge 445/2000, che può evidentemente comportare il rischio di rilevanza penale della condotta nel caso di attestazione mendace, e conseguentemente l’obbligo di trasmissione degli atti della notizia di reato da parte del Consiglio dell’Ordine che in sede di valutazione della sussistenza dei requisiti soggettivi, verifichi la falsità del dato oggetto di autocertificazione.

Sempre in tema di valutazione del rispetto dell’obbligo di formazione continua, posto che sono pervenuti quesiti relativi alla possibilità di compensazione dei crediti, evidentemente esclusa dalla formulazione dell’art. 1 comma 3 bis del Regolamento, i Consigli dovranno sono chiamati ad indicare sempre, nella redazione del parere, che la verifica ha avuto ad oggetto l’anno antecedente alla richiesta, ed indicare il numero di crediti formativi di cui l’istante risulti carente.

Letto 113 volte Ultima modifica il Giovedì, 08 Ottobre 2020 11:00